Dichiarazione di Coty relativa ai test sugli animali

Coty Inc. è un'azienda leader nel settore della bellezza a livello globale. Abbiamo sviluppato un portafoglio di marchi importanti e offriamo prodotti innovativi di qualità eccezionale per i quali ci siamo impegnati a mantenere i più elevati standard di sicurezza per i consumatori. Prima di introdurre un prodotto sul mercato, lo valutiamo attentamente per assicurarci che sia sicuro per l'uso umano e per l'ambiente e che sia conforme a tutte le leggi, alle normative e ai regolamenti vigenti. La nostra valutazione della sicurezza degli ingredienti dei cosmetici si basa sull'utilizzo di alternative riconosciute alla sperimentazione animale, sull'uso dei dati sulla sicurezza esistenti e sulla condivisione sempre maggiore di tali dati con altri settori.

Non conduciamo, né commissioniamo mai a terzi, test dei nostri prodotti o ingredienti su animali a nome dell’azienda. COTY ha cessato volontariamente di eseguire test dei prodotti cosmetici finiti sugli animali nel 1991, molto tempo prima del divieto ufficiale europeo su tali test del 2004, e siamo da molti anni coinvolti attivamente nella ricerca e nello sviluppo di alternative alla sperimentazione animale. COTY fa parte di SEURAT-1, la più grande iniziativa di partnership privata-pubblica che punta a sviluppare alternative ai test dei prodotti cosmetici sugli animali con un contributo totale di 50 milioni di euro finanziati in parti uguali dalla Commissione Europea e dall’industria dei cosmetici, che è riuscita a fornire basi sufficienti per definire la strategia e la collaborazione strategica che saranno gli elementi essenziali nello sviluppo di ulteriori metodi alternativi, ad esempio per la tossicità sistemica.

È noto che la Cina è attualmente l’unico Paese che richiede test sugli animali obbligatori per tutti i prodotti cosmetici importati nel Paese. Tuttavia, siamo stati coinvolti attivamente nel dialogo con le autorità e i normatori cinesi, operando tra le altre cose attraverso la nostra associazione a China Association of Fragrance Flavor and Cosmetic Industries (CAFFCI). Di conseguenza, la Cina ha recentemente iniziato a studiare nuovi modi per sostituire la sperimentazione animale e ha chiesto l’assistenza degli scienziati europei.

L’obiettivo comune di tutti questi sforzi è il nostro obiettivo di sostituire completamente la sperimentazione animale.